• Categoria: Educazione sessuale
  • Categoria: Educazione sessuale

Zone erogene

Si intende ogni regione che ha un rivestimento cutaneo mucoso e che proprio per questo può ricevere una eccitazione di tipo sessuale. Sono state riconosciute, come zone erogene: la zona orale(bocca), la zona anale, la zona uretro-genitale ed il capezzolo. Per poterle comprendere non è sufficiente la spiegazione anatomo fisiologica, ma è necessario riflettere che costituiscono, fin dall’inizio della vita extra uterina, le zone di elezione degli scambi con l’ambiente esterno e, fatto fondamentale, sono quelle che sollecitano l’attenzione materna, cioè le sue cure ed anche i suoi eccitamenti. Le zone erogene sono così chiamate in quanto sono fonti di pulsioni che hanno una loro meta ed una loro spinta. Lka meta è oggettuale, scambi con l’ambiente, ma non è detto che sia sempre tale, in molte situazioni o casi può essere anche autoerotico – amore per sé stessi— Ne è esempio l’arte di succhiare il pollice. Alla nascita, sotto gli stimoli della fame, la meta dell’orifizio buccale è succhiare il seno: nella suzione provano piacere e il bambino e la madre. Ma il desiderio di provare godimento si può scindere dall’ appettito ed il bambino può cercare soddisfazione succhiando per esempio una parte del proprio corpo. Così l’ orifizio anale invece di essere la zona del fisiologico deflusso delle feci verso l’esterno, che procura piacere e benessere, può diventare per vari motivi, e quindi, anche per disturbi del rapporto con persone importanti della propria esistenza, zona in cui si esprime il desiderio momentaneo diventa poi danno ed avvelenamento: costipazione. E ci può essere una difficoltà a regolare il deflusso dell’urina con per esempio enuresi notturna – urinare involontario che avviene mentre uno dorme-: sintomo che esprime di solito e in bambini, e in adolescenti e in adulti rabbie accumulate e non metabolizzate. Da sottolineare che nel Compendio di Psicoanalisi – 1938 – Freud ha affermato che, in realtà, tutte le superfici corporee, i vari organi possono avere qualità erogene: ‘…in verità tutto il corpo è una zona erogena’. Elenchiamo le zone che più comunemente rispondono alla sollecitazione erotica: -tutto il viso, in particolare bocca e tempie -i capelli, la nuca e le orecchie -il petto e i capezzoli -le ascelle e le mani -la schiena in corrispondenza della colonna vertebrale, la zona renale e i fianchi -i glutei e l'ano - gli organi genitali -la parte interna delle cosce -l'incavo delle ginocchia e i piedi
Per la stimolazione delle zone erogene si possono usare diversi oggetti erotici, che potete trovare in questo sexy shop.



Per saperne di più sulle zone erogene

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!