Che sorpresa il mio Zietto!

Se avessi saputo cosa mi ero persa per tanti anni…mmhh la fighetta mi si bagna solo al pensiero…..Ma cominciamo dall’inizio…
Era un po’ di tempo che ogni volta che incrociavo mio zio sessantenne per le scale del condominio dove io vivevo al secondo mentre lui al terzo piano, notavo che il suo sguardo si faceva particolarmente intenso e che cercava ogni pretesto per sfiorarmi quando gli passavo accanto.
Io ho 25 anni e prima questo atteggiamento non si era mai verificato, così cercai di ricordare se ultimamente era accaduto qualcosa di particolare che giustificasse quel comportamento finchè non ricordai che un paio di settimane prima io e il mio ragazzo, un po’ alticci, avevamo scopato con le finestre aperte e sicuramente lo zietto aveva potuto ascoltare quanto fosse porca sua nipote.
Allora cominciai davvero quello che per me era solo un gioco ma che per lui invece….
L’occasione si presentò subito la sera stessa quando lo incontrai “per caso” nella zona dei garage intento a pulire la macchina: ”Senti zio, mi si è rotta la lavatrice e devo assolutamente lavare questo cesto di biancheria altrimenti finisce davvero che non ho più mutandine di ricambio!!!!Non è che mi presteresti la tua?” Nel dire questo spostai il cesto dei panni da una parte e vidi ,lo giuro, il suo uccello indurirsi da sotto i pantaloni. Io infatti indossavo un paio di pantaloncini aderentissimi ma senza mutandine così che si indovinava tutta la spacca della fighetta che devo ammettere si incominciava a inumidire…
“Ma…ma …g-guarda facciamo così…dai a me i tuoi panni che li lavo io…”Era eccitatissimo!!!!! “Perfetto grazie allora ti appoggio il cesto qui” e nel dirlo mi abbassai, lo ammetto piuttosto banalmente, per fagli vedere le tettone che ho belle grosse e volutamente libere da reggiseno…mmmhhh come mi piace quando mi ballonzolano di qua e di là coi capezzoloni che sfiorano la canottiera….e se poi qualcuno mi guarda….
Ad ogni modo mi allontanai decisa a spiarlo, perché se il mio istinto femminile è ben collaudato, sapevo quale sarebbe stata la sua prossima mossa. Infatti svoltato l’angolo mi precipitai dall’altra parte del corridoio che collega le due zone garage e lo trovai intento ad annusare con foga un mio paio di mutandine bianche di cotone che indossavo prima mentre in casa mi toccavo pregustando questa scena e la fantastica masturbata mi aveva fatto venire bagnando gli slip che ora lui si stava letteralmente sfregando sulla lingua…indecisa se farmi vedere e quindi concludere con le sue imbarazzate scuse decisi alla fine di prolungare ancora un po’ quel giochino eccitante e siccome sono porca ma non insensibile a me stessa mi misi un bel dito nella passerotta e, lì in piedi, mentre lo guardavo leccarmi le mutandine venni da vera maialina…
Il mattino dopo uscendo per andare al lavoro lo incrociai in portineria: ”La tua biancheria è pronta quando vuoi salire a ritirarla…”gli risposi con un sorrisetto malizioso :”ma certo salgo stasera e se c’è qualche cosa che posso fare per restituire il favore…”Lo sguardo gli si fece quasi vorace sembrava sul punto di prendermi per le spalle buttarmi per terra e scoparmi selvaggiamente ,invece disse solo: ”Sì, un favore potresti farmelo: dovresti collegarmi il modem del digitale terrestre e memorizzare i canali perché io non ci capisco niente” Un po’ delusa da quella risposta naturalmente promisi di farlo :”Allora a stasera!” e mi allontanai sollevata che comunque tutto era finito lì e va beh…. però mi irritava non averlo tirato matto come avrei voluto.
La giornata in ufficio non passava più, neanche gli sguardi famelici del mio collega Guido mi tiravano su il morale….Marina la capoufficio con cui da tre mesi intrattenevo una relazione fatta di leccate di figa nei bagni per trascorrere meglio le ore di lavoro, mi mandò un sms:” oggi hai qualcosa di strano: litigato con il fidanzato? Se vuoi ti tiro su un po’ io….”La voglia era tanta così le risposi “no, il fidanzato non c’entra ho una gran voglia di farmi sbattere da qualcuno che so io ,cmq ok in bagno tra dieci minuti”. So che a qualcuno può suonare un po’ triste ma come lecca la passera Marina…mmmmhhh…anche se non avrebbe detenuto a lungo questo primato…..
Tornata a casa decisi che comunque avrei cercato quanto meno di lasciare allo zietto un ricordo della nipote porcellina se poi lui per timore di una mia reazione e convinto di aver equivocato non ci avrebbe provato pazienza…Suonai il campanello :indossavo un paio li leggins color crema e una maglietta annodata all’ombelico un po’ stile anni 80. Non portavo le mutandine e quindi si intuiva proprio tutto….da vera troia avevo indossato un paio di décolleté con tacco 12 …non sarei mai uscita di casa a quel modo ma mi dava un aria da puttanella che mi eccitava da morire….
“Prego entra pure…m-ma ma devi uscire ,come sei bella t-ti sto per caso facendo perdere t-tempo?” non riusciva a togliermi gli occhi di dosso ,era famelico, sudava e dai pantaloni della tuta si notava un cazzone che francamente non avevo sospettato….”No zio, tranquillo nessuna perdita di tempo anzi…dove è il modem che te lo installo? ”Sempre con quello sguardo da allupato mi disse: ”Guarda ti devi chinare li la presa è dietro il mobile” Ah ecco il porco che si riconosce finalmente!!!Va bene vuoi il classico giochino che io mi metto a pecorina e poi si parte con le porcate? Subito accontentato: mi misi in ginocchio sollevando bene bene il culo e intanto cominciai a trafficare con le spine varie…mi stavo bagnando come una fontana, sentivo i leggins che cominciavano a inumidirsi…oddio erano color crema mi si vedeva di sicuro tutta la macchia! Stavo ancora pensando a questo quando una lingua calda e polposa mi si piazzò proprio sui pantaloni all’altezza della passerina fradicia ”MMMHHH….aaahhh non riesco a resistere devo leccarti ,prenderti ,scoparti …non me ne frega un cazzo se non vuoi adesso di qui non esci finché non ti ho chiavata da tutte le parti….mmhhh che bella figa che seiii” E mentre diceva così mi afferrò da dietro le tette e iniziò a palparmele con forza come piace a me, stringendo bene i capezzoli ma sempre attraverso il tessuto della maglietta….Io ero un lago di piacere , lo attirai verso la mia bocca “slinguami depravato del cazzo, sono io che non esco finché non mi hai fatto venire in tutti buchi” e così dicendo gli misi la lingua in bocca iniziando il bacio da troia che mi fa impazzire, lingua contro lingua con la bocca aperta” adesso il mio vecchietto schiavetto fa godere la sua bella padrona che una figa come me quando cazzo ti ricapita! “mi alzai, lo feci sdraiare per terra e sempre vestita mi sedetti con la passerina proprio sopra la sua bocca mentre con una mano gli massaggiavo il cazzo andando avanti e indietro con il culo, ormai ero talmente fradicia che sembrava mi fossi pisciata addosso ”Cosa facevi con le mie mutandine eh depravato? Le succhiavi? Ti ci sei fatto tante belle seghe dentro?” Lui annuiva, era come invasato ad un certo punto tirò i pantaloni fortissimo sulle mie cosce finché non si lacerarono e la fighetta gli riempì la bocca….mmmhhh era stupendo, sentivo la sua lingua che mi lappava il bottoncino e la barba che mi sfregava contro il buco del culo…venni all’istante e gli inondai il viso….che orgasmo favoloso, tremavo tutta e la topolina mi pulsava…lui la guardava adorante come se la mia figa fosse la cosa più bella del mondo. Lo feci alzare e lui mi infilò la lingua in bocca in un bacio veramente eccitante…mentre mi succhiava le tette sempre da sopra la maglia mi implorava” Ti prego sarò il tuo schiavo e tu sarai sempre la mia bambolina, ti prego, ti voglio chiavare, mmmmhhhh aahhhh che tette, ti scongiuro dammi la figa e il culo …” E intanto mentre così diceva scendeva ancora verso la mia passerotta e la leccava ancora con più furia di prima….Io non ce la facevo più stavo per venire un’altra volta e gli dissi” Mhh zio chi l’avrebbe mai detto che sai leccare così?! Aaahhhh mettimi il cazzo nel culo e sborrami dentro!!!!”Lui totalmente invasato mi prese in braccio e mi porto slinguandomi in camera da letto dove mi mise a pecorina e giuro con un colpo solo mi infilzò il culo; non dico di non aver provato dolore ma il piacere fu di sicuro una cosa impressionante: sentivo di essere riempita, mi sentivo in paradiso e ogni volta che affondava sentivo di aprirmi in due mentre anche la figa godeva, si apriva e chiudeva e potevo sentire il rumore delle labbra bagnate.. ”Cazzo che bella sei,ahhhhh hai un buchino stupendo,vengoooo amore mio, tesoro che scopata ti vengo nel culooo ahhhhhhh” e con un colpo di reni mi riempì di sborra…io ero talmente e eccitata che subito mi girai allacciandomi al suo collo e lo slinguai violentemente mentre lui con due dita mi massaggiava il clitoride e io impazzivo:” AHHHHHHH io voglio che mi scopi tutta la vitaaaa – ora ero io ad implorarlo – Ti pregoooo mmmhhhhh come godo cazzo fammi venireeeeeeeee” e per la terza volta mi allagai e lui da bravo bambino me la baciò tutta continuando a mugolare “mmmhhh è il mio gioiellino bagnato, questa non la deve più sfiorare nessuno hai capito bambolina, non farmi soffrire, hai capito che questa passerina è solo mia?” Io lo provocavo ridendo e dicendogli” scordatelo depravato, la passera io la do a chi mi va” e improvvisamente mi infilò due dita nella fighetta e cominciò a muoverle davvero bene tanto che in due minuti già non capivo più un cazzo…stavo per godere ancora una volta quando lui si fermò e cominciò a leccarmi l’orecchio mugolando e sospirando” E così la mia bambolina da la passera a chi vuole eh?!mmmhh…ne sei sicura?” io ero totalmente, inesorabilmente pendente dalle sue labbra, il bastardo non mi faceva venire e io sentivo di impazzire “Aaaaaaaaahhhh no amore scusa la figa è solo tua, ti pregooooooooo te lo giurooooo mmmhhhh” A queste parole ricominciò a muovere le dita dentro la passera che era in fiamme….”Brava bambolina adesso sì che ci capiamo toccami l’uccello amore cosììì mmmhh sei bravissima, brava massaggialo piccola mia sei un amore cosìììììììì aahhh mmmmhhh adesso ti sfondo la fighetta mmmhhhh ahhhhhh”……”e la fighetta cominciò davvero a sfrigolare…”mhhhhh……………aaaaaaaaahhhhhhhh sfondami con il cazzo….uuuhhh …”mi stava sbattendo in maniera allucinante!! Era veramente allupato :”MMMMHHHH sei una figa della madonna, dimmi che sei solo mia o ti ammazzo,mi piace la tua fessurina brodosa…mmhh ahhhh troia a chi cazzo pensi se non al mio uccellone…………..mmmmmhhhhh aaahhhhhh che sborrata nella passerinaaaaa!!”Così facendo lo giuro mi fece venire e godere come una cagnetta in calore……
La serata finì così con noi due allacciati sotto la doccia a baciarci con passione …”Zio dai è tardi devo andare!” gli dissi mentre mi rivestivo a fatica per le sue continue palpate “ tanto ci rivediamo prestissimo abitiamo uno sopra l’altra!” “Va bene” si arrese lui” intanto tieni” e mi allungò una banconota da 500 euro” per le piccole spesucce…”
Così me ne tornai nel mio appartamento con ancora la passera pulsante per quella scopata memorabile e con 500 euro in tasca….mi sa che lo zietto e la nipotina si rivedranno prestissimo!!!!!!!!

Vota la storia:




31/08/2011 20:21

maurizio

a me la storia mi è piaciuta un sacco!!!non mi interessa se è inventata o no!!l'importante è ke sia bella!!!!baci all'autrice

31/08/2011 15:33

tinculo

Ciao nipotina !!! Mi hai fatto rizzare e spugnettare per mezzo pomeriggio ; la prossima volta vorrei fossi tu a smanganellarmi : ti và ??? Da come ti sei esposta sei il tipo giusto per demolire le mie forze ; tutta bagnata ti voglio , così da scivolare dentro di te e farti godere !!!

31/08/2011 14:18

Ale

Bel racconto, scritto bene ed eccitante. Peccato peró che sembri una fantasia scritta da un uomo.

25/03/2016 14:39

anna

Bella,molto interessante scritta molto mi ha mmm bravissimo

02/09/2011 11:44

max

bello, intrigante, eccitante, non importa se vera ma sicuramente avrai avuto voglia di fare questa esperienza, mi piacerebbe conoscerti virtualmente, ciao.

01/09/2011 23:31

cristopher

bel racconto, ma inesorabilmente scritto da un lui.ciao.

01/09/2011 19:01

Astone2011

bene il racconto se possibile cantattami alla e-mail che vedo se riesco a far meglio dello zio .. ciao

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!