• Pubblicata il:
  • Autore: LINA ESSE
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: LINA ESSE
  • Categoria: Racconti orge

UN'ORGIA CON MIO MARITO - parte seconda

UN'ORGIA CON MIO MARITO - parte seconda Mi sono addormentata subito su un fianco, così com'ero, in slip e reggiseno, ma dopo un po' sono stata svegliata da leggeri brividi sulla schiena. Ho aperto gli occhi e ho visto mio marito nudo, in piedi davanti a me, che mi accarezzava i seni. Mi sono girata e ho visto i suoi due colleghi, anche loro nudi, che mi leccavano da dietro. Ero ancora stordita dall'alcol e non avevo la forza di reagire, anzi, non volevo reagire perchè tutte quelle coccole mi piacevano, mi eccitavano. I due dietro mi hanno sfilato gli slip e mi hanno sollevato mettendomi a quattro zampe sul letto. Uno di loro si è sdraiato sotto di me leccandomi con insistenza la fica, mentre l'altro si trastullava con il mio culo usando la lingua e le dita. Mio marito osservava tutto con attenzione e il suo pene si ingrossava e si allungava sempre di più. Quando ho iniziato ad ansimare, Bastiano mi ha spinto in bocca il suo cazzo ormai super-duro. Quello era il segnale. Più o meno contemporaneamente, gli altri due mi hanno penetrata nell'ano e nella vagina, straordinariamente rossi e dilatati. Mi sentivo "piena" e troia, ma ormai ero schiava dell'enorme piacere che provavo. Come un'onda calda che cresceva dentro e non mi faceva più pensare, il primo orgasmo è arrivato forte, potente, squassante. Mentre i due mi scopavano e mi inculavano grugnendo, ho interrotto il pompino a mio marito e ho alzato la testa ululando come una lupa. Non c'era tregua, ho ripreso a succhiare il cazzo di mio marito e, quando riprendevo fiato, mugolavo in modo osceno. I continui colpi d’uccello in culo e in figa dei suoi "amici" mi accompagnavano in fretta ad un prossimo inevitabile orgasmo. Faticavo a tenere il ritmo, lui se n'è accorto e ha sfilato il cazzo dalla mia bocca. Gridando, sono venuta di nuovo e ho sentito le gambe che cedevano. Mentre mi sostenevano continuando a pomparmi senza pietà, Bastiano, masturbandosi da solo, mi ha sborrato in faccia. Quando, finalmente, anche gli altri due mi hanno riempito di sperma e si sono sfilati, mi sono accasciata sul letto, stremata dalle vibrazioni dei due orgasmi ravvicinati. CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!