• Pubblicata il:
  • Autore: ALEX TOSATTI
  • Categoria: Racconti trans
  • Pubblicata il:
  • Autore: ALEX TOSATTI
  • Categoria: Racconti trans

LA MOGLIE TRANS - 1^ puntata

LA MOGLIE trans - 1^ puntata Tiberio, muratore ormai prossimo alla pensione, è un 57enne zitello, in sovrappeso e neanche bello (scusate la rima). Con una vita di risparmi, si è comprato una villetta a schiera in periferia. Finiture di pregio, piano terra e primo piano, più un ampio giardino dietro la casa. Al lavoro va con l'utilitaria della ditta, ma nei giorni di festa viaggia su un'Audi 2000 nuova di pacca. Non ricordo di averlo mai visto con una donna prima di quella sera. Chiacchierava seduto in veranda con una mora molto più giovane di lui. Quando lei si è alzata per andare in garage, l'ho vista bene. Statura media, magra, bel viso, belle tette, bel culo, forse un po' stretta di bacino, ma una bella gnocca, non c'è che dire. E' tornata con due sigarette accese, una per lei ed una per lui, che si è alzato per sgranchirsi le gambe. Era estate e, mentre lei si appoggiava a lui cingendolo con un braccio, le differenze tra i due risultavano ancora più evidenti. Tiberio, abbronzato grazie al suo lavoro, sfoggiava due calzoncini da tennis, ciabatte infradito ed una bella pancia prominente. Sì, perchè a parte i calzoncini, era nudo. Coi suoi capelli rasati quasi a zero sorrideva soddisfatto. Lei, di carnagione più chiara, indossava una maglietta rossa, dei mini short di jeans e delle clogs. Sotto i capelli nero corvino allacciati dietro, mostrava un corpo davvero notevole. Le belle mammelle fasciate dalla maglietta e dal reggiseno, lasciavano spazio ad un culetto ben fatto che terminava in due gambe lunghe e lisce. Lo coccolava e gli si strusciava addosso. La domanda era inevitabile: "Che cazzo ci faceva una così bella figa con Tiberio?" Ho pensato: "Boh, sarà sua figlia o sua nipote." Ma lui non si era mai sposato o accompagnato! In paese fioccavano i pettegolezzi: viene dalla Sardegna, è una escort di lusso, sono sposati in Comune. In realtà, conducevano una vita abbastanza appartata e, sul lavoro, lui non parlava del suo privato. Ma non erano due eremiti, anzi. Facevano spesso delle lunghe sbiciclate e sono perfino usciti a cena coi colleghi di Tiberio e le loro mogli/fidanzate. Come testimoniato da un amico che era presente, nessun sospetto, solo una bella figa, simpatica e con due belle tette. Ogni mattina usciva sull'Audi 2000 e andava in città, dove faceva anche la spesa. Era difficile vederla nei supermercati del paese. Il mio amico ha la passione della fotografia e possiede fior di apparecchi con obiettivi e zoom incredibili. La villetta di fianco era ancora in costruzione, faceva un caldo porco e, a parte le zanzariere, le finestre del primo piano di Tiberio erano sempre spalancate perchè non aveva ancora installato i condizionatori. Come potevamo non approfittarne? Per due sere ci siamo appostati senza successo, ma la terza abbiamo fatto bingo! La luce in camera da letto era rimasta accesa, Tiberio era sul letto, nudo come un verme, e guardava la TV. Ad un certo punto, è arrivata lei: mutande tipo boxer, reggiseno e due bicchieri di vino. Lo ha accarezzato sul pancione, gli ha dato un bacio in bocca e, con una mano, è scesa rapidamente a cipollare il cazzo di Tiberio, gli ha massaggiato i maroni e, leccando torace e pancia, è arrivata al pene e ha cominciato un pompino sublime. CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!